domenica 23 maggio 2010

Certe cose, farei meglio a non scriverle nemmeno...

L'altro giorno in ascensore sono stato abbracciato.
Mi ha fatto un effetto ben strano, non essendo mai stato educato in famiglia a dimostrare la mia simpatia toccando ed abbracciando le persone che mi stavano attorno. Mentre mi rendo conto che gli abbracci virili sono una normalità negli sport di squadra, come il calcio e la pallacanestro; ed infatti, il reo d'abbraccio, veniva da una vittoriosa serata trascorsa a giocare a basket.
Mi ha fatto un effetto strano, perché, se si escludono i contatti da saluto, nemmeno ricordo l'ultima volta che sono stato abbracciato. Né l'ultima volta che la vicinanza di un uomo ha fatto muovere qualcosa nei miei pantaloni.
Batte forte il cuore, primo piano in ascensore...

2 commenti:

Anastasia Beaverhausen ha detto...

...sia maledetto questo amore...

Tesoretto, forse è il caso di sciogliersi un po'. Magari potresti fare delle prove di abbraccio col cuscino. Si parte con una timida pacca e si finisce con un limone...

Rosa ha detto...

Doooolce l'abbraccio.
Io insisterei...