martedì 15 settembre 2009

Du' palle

Ho la febbre. Du' palle.
A 38,8°. Du' palle.
Durante le ferie. Du' + du' = quattro palle!
D'accordo che avevo in programma di stare asserragliato in casa a scrivere scrivere scrivere, e quindi non è che ci vanno di mezzo viaggi, feste, incontri...
La scocciatura è che sopra i 37° la testa mi va in stand-by, con tanto di salvaschermo di Windows, mediamente ogni tre, quattro ore. E poi, non so perché, ma con la febbre mi si apre anche una specie di buco nero senza fondo nello stomaco... Perciò i progetti a breve termine si trasformano in dormire, mangiare, scrivere, mangiare, dormire, mangiare, scrivere... Fortuna che non ho fatto la spesa per cui in frigo ci sono solo pesche, yogurt, philadelphia. E il vasetto della nutella è già un ricordo.
A pensarci, però, i morsi della fame potrebbero riuscire a tenermi sveglio ed attivo.
Du' palle...

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma...è la cosa suina o quell'altra? Si rimetta presto,comunque.
Da me la malattia interrompe le ferie, lì come funziona? Altrimenti è una doppia fregatura (du' palle, appunto).
Besos con la mascherina
LVM

Poto ha detto...

Du' palle, proprio perchè sei in ferie...

Devo chiamare l'ISS (Istituto Superiore di Sanità)?
O è un semplice raffreddore medio-orientale?!

Rosa ha detto...

Du' palle!
Povero Edgar...
Se vuoi organizziamo una spedizione nella tormenta per recarti panieri pieni di leccorni e brodini caldi :)

Anastasia Beaverhausen ha detto...

Ti capisco, è successo anche a me al ritorno da Barcellona. Boh, a volte è fisiologico stare male (è il nostro corpo che ce lo chiede, perché magari siamo troppo stressati), altre volte è semplice sfiga.
Visto che va di moda, mi unisco al coro: du' palle...