mercoledì 29 dicembre 2010

Harry (con Sally)

Qualche giorno fa, su Rai4, hanno riproposto quello che, pur datato, a tutt'oggi resta il mo film preferito: Harry ti presento Sally (When Harry met Sally..., 1989), con Billy Crystal e Meg Ryan. Dev'essere considerato dai direttori dei palinsesti un film perfetto per le feste, probabilmente perché diversi siparietti epici vengono ambientati tra le feste natalizie ed il Capodanno.
Credo di aver visto questa deliziosa commedia ormai una ventina di volte e, pur conoscendo a memoria tutte le battute, non riesco a cambiar canale quando mi ci imbatto.
Anche gli utenti italiani di YouTube sembrano amarlo alla follia: ad occhio e croce, è uno dei film più citati sul canale e c'è addirittura qualcuno che l'ha caricato per intero, in spezzoni di dieci minuti cadauno (il film dura poco più di 90 minuti, come le belle vecchie commedie del secolo scorso, non come i polpettoni interminabili degli ultimi anni).
Mentre lo rivedevo, l'altra sera, mi venivano in mente certi tipi che si aggirano per la blogosfera e che il personaggio di Harry Burns/Billy Crystal sembra riassumere in alcune peculiarità.

Ecco per esempio il blogger che coglie solo il lato oscuro della vita...


Quello irresistibilmente ironico che ogni tanto cade preda dell'autocommiserazione...


Quello che ancora crede nell'esistenza del Grande Amore.


Li adoro tutti...

Ma io? Superfluo ripetermi, ma io, sotto le feste, sto ancora messo come Sally...



E poi io sono bionda...

2 commenti:

Anastasia Beaverhausen ha detto...

Uno devo essere io, e dico DEVO. Però dimmi, quello che crede ancora nel "Grande Amore" o "Quello irresistibilmente ironico che ogni tanto cade preda dell'autocommiserazione".

Aspetto risposta! E se sei impreparato, inventa.

Buon anno!

Edgar ha detto...

credo proprio di averti pensato in più di un'occasione...

(mi pare una bella risposta, e non ho nemmeno dovuto pensarci su tanto)

Buon anno a te