domenica 15 marzo 2009

Maledetto il Facebook e chi s'iscrisse

Dopo aver speso il venerdì sera ed il sabato mattina a rimettere in ordine l'appartamento per l'imminente visita di rinnovo-contratto del padrone di casa, il progetto per questa domenica pomeriggio senza sole e senza voglie era semplice e preciso: scazzo totale sul divano che è tornato a profumare di pulito.
Poi però apro la cassetta postale virtuale e il Signor Facebook mi avvisa che un amico mi ha invitato ad unirmi al gruppo dei fan di un già citato manga
Mi collego a Facebook per vedere di che si tratta e subito vengo agganciato da un secondo amico online in quel momento per quattro chiacchiere in linea. E scoperto che non ho programmi per la serata, me li organizza lui.
Maledetto Facebook, se non è violazione della privacy questa...!
Ora mi tocca farmi la barba ed uscire, perché preferire il divano di casa a due parole in compagnia è socialmente inaccettabile.
Maledetti e stramaledetti social network.

6 commenti:

Asa_Ashel ha detto...

Dovresti fare come me, rendi il profilo facebook offline e così, non vedendoti, nessuno ti sconvolgerà i piani della giornata.

lavecchiaMarple ha detto...

Uhm... facebook non mi ispira grande fiducia, mi pare troppo invasivo.

Edgar ha detto...

Asa_Ashel, prendo nota del consiglio.
LVM, Lei ha assolutamente ragione. Ecco perché dopo un mesetto di esplorazioni, da un po' mi collego solo quando mi arrivano notifiche.

l'Elfo ha detto...

E puta caso che io volessi aggiungerti, invece? :)

Poto ha detto...

Per fortuna che io quella robaccia lì non so manco "dove stia di casa"...
:-)

Edgar ha detto...

Elfo, se mi trovi, volentieri :)

Poto, non è questione di fortuna, ma di propensione ad auto-inguaiarsi. Ed io, modestamente, propendo...