giovedì 17 dicembre 2009

E non mi spezzi...

I latini dicevano nomen omen (letteralmente il nome è un presagio), come a dire che nel significato del nostro nome potrebbe racchiudersi il nostro destino.
E quando l'etimologia del nome non ci aiuta, talvolta può essere illuminante un anagramma...

4 commenti:

Anastasia Beaverhausen ha detto...

L'anagramma di Edgar, mumble mumble... Non sono mai andato d'accordo con la logica e con i giochi di logica, appunto. Alle olimpiadi di matematica, al liceo, arrivai quasi ultimo, tanto per capirci.

Comunque RESISTI RESISTI RESISTI!

Anastasia Beaverhausen ha detto...

mmm permane il dubbio... PERFIDONE!

Edgar ha detto...

ma no, ma che perfidia? più esplicito di così non posso essere...

ribaldo ha detto...

Che bell'anagramma ! fortunato!
Io non sono riuscito ad andare al di là di un "Caco saldo" che , per quanto beneaugurante per la peristalsi, non mi sostiene particolarmente dal lato affetivo...