sabato 14 aprile 2012

The Gay and the Beautiful

Per festeggiare i 25 anni di messa in onda, gli sceneggiatori della soap Beautiful hanno pensato bene di riesumare una Caroline Spencer. Non proprio la defunta protagonista del primo scandaloso triangolo amoroso della soap americana (lui, lei, il fratello di lui), ma l'omonima nipotina, figlia di Karen Spencer, sorella gemella della precedente Caroline.
Facile prevedere che la nuova Caroline sarà presto contesa dal figlio di Brooke e dal figlio di Taylor, non fosse altro che per ripetere i fasti della fortunata figura geometrica (lui, lei, il fratellastro di lui). Ma quel che può sorprendere è il vero motivo per cui la ragazza porta il medesimo cognome materno: sorpresa delle sorprese, Caroline è figlia della provetta, dato che la madre Karen, negli anni trascorsi lontano da Los Angeles, si è scoperta lesbica e ha procreato senza la presenza di un uomo accanto.
Quindi, con il ritorno di Karen, interpretata ancora da Johanna Johnson, per la prima volta Beautiful ospiterà un personaggio dichiaratamente omosessuale; e potrebbe anche ospitare una sottotrama gay se verranno confermate le voci per cui sul set losangelino in un secondo tempo comparirà anche la seconda madre di Caroline, impersonata da quella Crystal Chappell che ha già interpretato un personaggio lesbo nell'ultima stagione della soap  Sentieri/Guiding Light.
Le soap americane negli ultimi anni sono state sempre più spesso il set di storie GLBT. E probabilmente non è un caso che siano andate progressivamente scomparendo dai palinsesti italiani: tutte tranne l'ultimo baluardo dell'eterosessismo spinto. Non è neppure immaginabile che Canale5 proceda alla cancellazione della soap, ma attendo con curiosità di scoprire se l'omosessualità e l'omogenitorialità nel pomeriggio Mediaset susciteranno maggior scandalo del sesso, degli incesti, degli stupri e di tutte le porcate varie cui la famiglia Forrester ha abituato il suo pubblico in 25 anni...

1 commento:

Anastasia Beaverhausen ha detto...

Cherie, ti amo così militante. Questa cosa fra l'altro mi interessa molto (stay tuned!)

Bacini non ghei...